Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, la legge elettorale “trita” 9 collegi su 24!

Reggio Calabria. Il nuovo consiglio provinciale dovrà ancòra attendere qualche giorno per entrare nella sua piena operatività. Intanto però può essere molto interessante andare a vivisezionare la provenienza geografica dei neoeletti, collegio per collegio, per ogni lista…

Per la maggioranza di centrodestra, 4 i consiglieri pidiellini: Bruno PORCINO del collegio 14 cioè Reggio2, Giuseppe PIRROTTA (collegio 1 – Bagnara), Antonio EROI del collegio 15 alias Reggio3, Mimmo GIANNETTA (collegio 10 – Oppido Mamertina). Tre eletti vanta Scopelliti Presidente: Giovanni ARRUZZOLO (21 – Rosarno), Peppe SALETTA dell’11, collegio di Palmi, e Pierfrancesco CAMPISI (collegio 3 – Caulonia). A seguire, i due consiglieri dell’Unione di centro, che poi incarnano due Giovanni e due uscenti riconfermati: Gianni VERDUCI (13 – Reggio1) e Gianni BARONE (collegio 11 – Palmi).
Un seggio ciascuno conquistano Sud, con Raffaele D’AGOSTINO (il collegio è il 6 di Gioia Tauro; Partito repubblicano, Rocco SCIARRONE sempre nel gioiese collegio 6; Raffa Presidente, e qui l’eletto è Demetrio CARA (17, o meglio “reggio5”); Popolari Liberali grazie a Maria Alessandra POLIMENO (collegio 2 di Bovalino), il “listone socialista” con Mario CANDIDO (altro eletto del collegio cauloniese, il numero 3).

Fin qui i 14 eletti di maggioranza; 10 saranno invece i consiglieri d’opposizione o, forse, “delle” opposizioni…

Per il centrosinistra, il primo a rientrare a Palazzo Foti è il presidente uscente, il piddino Pino MORABITO. Il Pd in quanto tale, poi, esprime 3 eletti: l’ex assessore all’Ambiente Peppe NERI (collegio 20, cioè Reggio8), l’ex assessore alla Viabilità Mimmo BATTAGLIA (collegio 18; insomma, Reggio6) e una vecchissima conoscenza di piazza Italia come l’ex sindaco di Bagnara Gregorio FROSINA (eletto proprio nel collegio bagnarese, il numero 1); Rifondazione comunista Giuseppe LONGO (collegio 12 di Polistena). Il Polo civico fa entrare in Consiglio provinciale il candidato alla Presidenza, l’ex senatore Pietro FUDA; quindi Fuda Presidente elegge Domenico FEDELE (collegio 10 di Oppido), il Polo di centro fa tornare alla Provincia l’uscente Gigi GIUGNO (collegio 2 di Bovalino), e un altro uscente che si conferma è Francesco D’AGOSTINO di A Testa Alta per la Provincia (il collegio è quello di Cittanova, il numero 4). Manca all’appello infine Gianni NUCERA, vendoliano unico eletto
per il “cartello di Sinistra” in quanto candidato alla Presidenza.

Tutto ciò significa che, per il gioco delle percentuali, dei 24 collegi solo 15 sono rappresentati in Consiglio! e, di questi, ben 6 (Bagnara, Bovalino, Caulonia, Gioia Tauro, Oppido Mamertina e Palmi) vantano due consiglieri ciascuno.

Invece c’è un’enormità di zone del comprensorio, ben 9 collegi! (oltre un terzo dei 24 collegi complessivi), del tutto senza rappresentanti, 5 dei quali nella jonica reggina: Condofuri, Gioiosa, Locri, Melito, “Reggio4” e “Reggio7”, Siderno, Taurianova e Villa San Giovanni i collegi non rappresentati da alcun consigliere provinciale.

Un pensiero su “Amministrazione provinciale di Reggio Calabria, la legge elettorale “trita” 9 collegi su 24!

  • 4 Marzo 2015 in 18:02
    Permalink

    The price ranges greatly vary here as well, and a table for instance can start by around 50$ and can go up to
    a few thousand dollars. Have a movie theme then find some great
    movie posters online to fill up your room. A Juke Box is best when it comes to game
    room music.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.